The T-shirt is the message

Milano

Un oggetto di moda può diventare il pretesto per raccontare una storia che parte da molto molto lontano. Questa l’idea di Troth Wells per il suo T-shirt, un libro ricco di dati util e considerazioni profoinde, anche se a volte l’autore si lascia andare a giudizi non sempre condivisibili.

Il viaggio parte dal successo contemporaneo delle T-shirt di cotone per andare indietro nel tempo, alle origini della coltivazione di cotone nella Siria di 5000 anni fa, passando per lo schiavismo americano, fino ad arrivare alla forza comunicativa contemporanea delle magliette, icone che a loro volta accolgono icone. La forza della T-shirt è oggi simile a quella degli SMS e degli MMS, di brevi messaggi di testo o immagini che dicono tantissimo in poco tempo e in poco spazio, ma anche un capo in grado di generare un giro d’affari stimato in circa 60 miliardi di dollari.

Il mezzo però sta diventando sempre di più il messaggio, o almeno così auspica Wells: infatti molte aziende e associazioni si stanno dando da fare diffondere le T-shirt ecologiche, ovvero quelle il cui cotone è coltivato biologicamente, senza sostanze chimiche, che promuove lo sviluppo di flora e fauna protette, che rispetta la fertilità del terreno, di qualità superiore rispetto al cotone OGM, che non contiene ammorbidenti artificiali e agenti sbiancanti. Si tratta di una strada lunga, complessa, ma inevitabile e (mi sento di aggiungere) auspicabile.

Troth Wells, “T-shirt”, Apogeo 2008

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...