L’altra vista

Milano

Può servire, può essere inutile, può essere stata costruita rubando e senza mantenere le promesse, ma l’Altra Sede della Regione Lombardia è un progetto che in molti suoi aspetti incarna lo stile milanese. Quello di oggi.

L’edificio è sinuoso senza essere barocco, leggero nella sua imponenza, curato nei dettagli ma senza nessun tipo di fronzolo. Come la migliore creatività milanese, è sobrio dentro e fuori, essenziale e funzionale. Si è però persa una grande occasione: realizzare il sogno di dare alla città un po’ di verde. In questo progetto il verde non c’è, e un bosco dentro una serra al trentesimo piano è una presa in giro bella e buona.

Sicuramente il regalo più bello è una vista dall’alto che non si era mai avuta se non arrivando in aereo a Linate in una giornata di sole. Si domina Milano (con la nuova Madonnina) e chi arriva al 39esimo piano si gode una passeggiata a 360 gradi che va dalle Alpi alla nuova Fiera di Rho, dalla torre di Mediaset a quella della Telecom. Da togliere il fiato, veramente. Il Pirellone si ammira in tutta la sua perfezione, la Stazione Centrale è un paguro con una lunghissima coda di binari, i cantieri di Garibaldi sono una ferita aperta in via di guarigione, il Parco Sempione sembra la schiena di un gattone acquattato.

Da lassù si può almeno iniziare a sognare, a pensare ad una Milano migliore, più avanzata di chi la governa, più fedele ai valori che l’anno fatta grande e che ce la fanno amare ancora.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...