Raf gioca

Raf Simons ogni tanto si sfoga. Da Jil Sander la possibilità espressiva era un po’ limitata, da Dior si scatena solo su qualche dettaglio e allestimento, ma da Adidas, beh, da Adidas torna bambino. Un bambino educato, preciso ma pieno di fantasia. Gioca con i Lego sul suo tavolino, mica con le tempere sui muri. E il risultato è stupefacente. Le scarpe sembrano fatte a pezzi e rimesse insieme, magari con pezzi recuperati da altri giocattoli, dai robot o da vecchie macchinine.

Liberi di amarle o di considerarle un pura follia, di vederle adatte ad un set di Star Trek (indossate dagli alieni, of course) o ad una pizzata tra cosplayer, le Adidas di Raf Simons non possono che strappare un sorriso.

E il bambino Raf ne è sicuramente felice.

Annunci